Assenza più acuta presenza

“Macerata Racconta 2014

Assenze” Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?, recitava Nanni Moretti in Ecce Bombo. La dialettica finzione-sparizione ha sempre avuto in ambito espressivo il potere di espandere i confini dell’opera esposta oltre i limiti corporali e culturali dell’autore, creando una seconda dimensione in cui lo spettatore, in quanto occhio vivente ed immaginifico, diventa interprete e  co-autore del prodotto artistico. ‘’Assenze’’ è un contradditorio invito a fruire dell’esperienza sensoriale di opere temporaneamente orfane dei loro autori che, lontani dal luogo dell’evento artistico, sono in attesa di ricevere notizie sullo stato di salute dei loro nati: ‘’La mostra è piaciuta’, ‘’C’era gente?’’, ‘’Qualcuno ha chiesto dei miei quadri?’’.  Dieci  artisti di diversa formazione proposti dalla galleria Laboratorio41 affidano i loro investimenti performativi agli spazi degli ‘’Antichi forni’’ nella convinzione che anche a distanza si possa instaurare una corrispondenza elettiva con destinatari ideali e reali:

Rodolfo Bisonni, Sara Cancelleri, Stefano Catalini, Ivo Consalvi, David Cooper, Silvio Craia, Daniele Cristallini Roland Dagher, Giulio Perfetti, Anita Pisano